Davos: “Voi siete il problema!”

Kevin Roberts, presidente del think tank conservatore The Heritage Foundation, ha parlato giovedì con i globalisti al World Economic Forum e ha detto loro direttamente che “voi siete parte del problema, non siete la soluzione”.

Durante una discussione intitolata  “Cosa aspettarsi da una possibile amministrazione repubblicana”,  Roberts si è lasciato prendere dagli elitisti.

“Sarò sincero”, ha esordito Roberts, aggiungendo “l’ordine del giorno che ogni singolo membro della futura amministrazione repubblicana deve avere, è quello di compilare un elenco di tutto ciò che è stato proposto al WEF, e opporvisi a prescindere.

Ha inoltre sottolineato che “chiunque non sia disposto a farlo, a togliere questo potere ai burocrati non eletti e a restituirlo al popolo americano, è impreparato a far parte della prossima amministrazione conservatrice”.

Quando la discussione si è spostata su Donald Trump, Roberts ha detto al conduttore del panel, Sir Robin Niblett, ‘Distinguished Fellow’ di Chatham House, che “è ridicolo che tu o chiunque altro descriva Davos come protettore della democrazia liberale”, aggiungendo: “È altrettanto ridicolo usare la parola “dittatura” a Davos e puntarla contro il presidente Trump… penso che sia assurdo”.

Ha continuato: “La vera ragione per cui sono qui a Davos, è per spiegare a molte persone in questa stanza e a coloro che stanno guardando, con tutto il dovuto rispetto – niente di personale – che voi siete parte del problema.”

“Le élite politiche dicono alla gente media… che la realtà è ‘x’, quando in realtà la realtà è ‘y'”, ha inoltre dichiarato Roberts, fornendo poi diversi esempi riguardo alle frontiere aperte, all’immigrazione, alle questioni di genere e alla élite che, con un costante senso di colpa, sottopone la gente comune alla “minaccia esistenziale” del cambiamento climatico, mentre volano ipocritamente in jet privati.

Guarda:

Roberts ha fatto eco ad alcuni degli stessi sentimenti espressi ieri durante il confab dal presidente argentino Javier Milei.

È sorprendente vedere artisti del calibro di Roberts e Milei invitati a parlare al WEF. Si può solo immaginare che i globalisti stiano conducendo ricerche più approfondite sui loro nemici.

In un articolo scritto prima della tavola rotonda, Roberts ha osservato:  “I famigerati ipocriti marxisti dichiarati, gli ambientalisti dei jet privati ​​e gli umanitari vicini al genocidio vogliono sentire dalla Heritage Foundation come possono “ricostruire la fiducia” con gli americani comuni contro i quali hanno hanno armato le loro istituzioni”.

Di solito è solo Klaus Schwab che fantastica di mettere a tutti impianti cerebrali e di abolire le elezioni democratiche.

Fonte: https://www.zerohedge.com/geopolitical/watch-you-are-problem-conservative-speaker-slams-davos-globalists-their-faces
Scritto da Steve Watson tramite Modernity.news
Tradotto da Carlo Makhloufi Donelli

Di questo argomento abbiamo parlato anche qui:

World Economic Forum: siete sicuri di sapere cos’è? (parte 1)

World Economic Forum: siete sicuri di sapere cos’è? (parte 2)

World Economic Forum: siete sicuri di sapere cos’è? (parte 3)

Altre notizie
TikTok: come occupare le case

TikTok: come occupare le case

TikTok: migrante spiega ad altri illegali come "invadere" le case in America La distruzione marxista dei diritti di...

Lockdown: l’esito inatteso

Lockdown: l’esito inatteso

Lockdown: il primo italiano è iniziato il 9 marzo 2020. All’epoca pensavo erroneamente che la società funzionasse...

error: Content is protected !!
× How can I help you?