Bruxelles: I legislatori votano per l’abolizione del veto degli Stati membri

Bruxelles toglie agli stati membri il diritto di veto!

Mercoledì i legislatori europei hanno approvato i piani per rimuovere il veto nazionale per gli stati membri dell’UE nell’ultimo tentativo di presa di potere da parte di Bruxelles per strappare il controllo ai governi nazionali.

Un totale di 291 deputati hanno sostenuto la proposta avanzata dal “Gruppo Verhofstadt”, un gruppo di deputati guidati dall’arcifederalista Guy Verhofstadt di modificare i trattati dell’Unione europea a favore di una maggiore centralizzazione e limitazione della sovranità degli Stati membri.

Il voto è stato approvato con una maggioranza di soli 17 voti, dopo che una fazione di gruppi parlamentari conservatori ha espresso una notevole opposizione alla mossa.

Martedì, nel dibattito in plenaria sull’argomento, Verhofstadt ha affermato che i diritti di veto sono stati utilizzati dagli stati membri disillusi dalla traiettoria dell’Unione europea di “ricattare” il blocco , una frecciatina sottilmente velata al primo ministro ungherese Viktor Orbán, che si è rifiutato di sanzionare le modifiche proposte dall’Unione Europea al bilancio collettivo del blocco per finanziare ulteriormente lo sforzo bellico ucraino.

In risposta, un ex correlatore del gruppo Verhofstadt, l’eurodeputato polacco Jacek Saryusz-Wolski, ha accusato i federalisti del Parlamento europeo di tentare di “trasformare l’UE in un superstato”, continuando la sua opposizione ai piani delineati in una recente intervista con Notizie sul remix.

Saryusz-Wolski si è dimesso dal comitato di lavoro guidato da Verhofstadt per protestare contro lo sviluppo del piano che politicizzerebbe ulteriormente la Commissione europea, conferirebbe agli eurocrati la competenza esclusiva su diverse questioni tra cui l’ambiente, l’istruzione e la salute pubblica ed eliminerebbe la necessità dell’unanimità. tra gli Stati membri in settori politici chiave.

L’eurodeputato polacco ha definito la mossa “un colpo di stato silenzioso con radici comuniste”.

Il vicepresidente del gruppo dei Conservatori e Riformisti europei (ECR), Rob Roos, ha contestato il voto di mercoledì con le elezioni olandesi che si terranno lo stesso giorno, postando su X : “Oggi il  festival della democrazia si svolge nei Paesi Bassi, ma a Strasburgo la nostra democrazia viene sepolta.

“La maggioranza del Parlamento europeo ha appena votato per l’abolizione del veto olandese in molti settori. Vota per un partito che difende il nostro veto!” Ha aggiunto.

La risoluzione in realtà cambia poco. Fornisce un’idea del consenso del parlamento, ma la modifica del trattato rimane in definitiva una questione su cui è richiesta l’unanimità tra i governi degli Stati membri.

L’Ungheria e la Polonia, anche sotto un potenziale governo liberale guidato da Donald Tusk, rimangono contrarie ai piani, e diverse altre nazioni hanno espresso significativa preoccupazione per quella che molti critici ritengono essere un’altra presa di potere che servirà gli interessi degli stati membri più grandi e trasferirà ulteriore sovranità dalle capitali degli Stati membri a Bruxelles.

Fonte: https://www.zerohedge.com/geopolitical/european-lawmakers-vote-abolition-member-state-vetos-latest-brussels-power-grab
scritto da: Thomas Brooke tramite Remix News,
Tradotto da Carlo Makhloufi Donelli

Altre notizie
TikTok: come occupare le case

TikTok: come occupare le case

TikTok: migrante spiega ad altri illegali come "invadere" le case in America La distruzione marxista dei diritti di...

Lockdown: l’esito inatteso

Lockdown: l’esito inatteso

Lockdown: il primo italiano è iniziato il 9 marzo 2020. All’epoca pensavo erroneamente che la società funzionasse...

error: Content is protected !!
× How can I help you?