Da Lisbona a Luhansk, la nuova UE

Annalena Baerbock, ministro degli Esteri tedesco, da Kiev ha dichiarato che L’UE si estenderà da Lisbona a Luhansk.

Lunedì il ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock ha rilasciato una dichiarazione estremamente provocatoria, che Mosca interpreterà sicuramente come “dichiarazione di guerra”.

Inoltre, la dichiarazione è arrivata mentre si trovava nella capitale dell’Ucraina per un incontro senza precedenti dei ministri degli Esteri dell’UE, che si sono nuovamente impegnati a sostenere Kiev per tutto il tempo necessario, anche se Washington sembra fare un passo indietro.

 “Il futuro dell’Ucraina è nell’Unione europea, la nostra comunità di libertà, e presto si estenderà da Lisbona a Luhansk“, ha detto durante una conferenza stampa.

Fonte immagine: AA/photothek.de

L’Ucraina aveva presentato domanda di adesione all’UE il 28 febbraio 2022 e per mesi aveva sollecitato un’accelerazione; tuttavia, una serie di licenziamenti ad alto livello all’interno dell’amministrazione Zelenskyj, a causa di una serie di scandali di corruzione, ha sottolineato ancora una volta il posto storico dell’Ucraina tra i paesi europei con i governi più corrotti.

Il riferimento di Baerbock all’UE che un giorno si estenderà attraverso Luhansk era direttamente rivolto a Mosca, dato che un anno fa aveva dichiarato l’oblast tra i quattro territori uniti alla Federazione Russa dopo un referendum popolare organizzato e supervisionato da funzionari filo-Cremlino.

A questo punto della guerra, tra gli osservatori c’è consenso sul fatto che nessuna delle due parti accetterebbe un cessate il fuoco o negoziati di pace senza concessioni territoriali.

Ma il presidente Zelenskyj ha ripetutamente promesso di non rinunciare mai alle regioni di Donetsk, Luhansk, Kherson e Zaporizhia.

Allo stesso tempo, il presidente russo Putin ha già definito gli abitanti di questi territori annessi “nostri cittadini per sempre” .

La portavoce del Ministero degli Esteri del Cremlino, Maria Zakharova, così come i media russi, hanno risposto con il seguente respingimento:

Lisbona è la capitale del Portogallo, che insieme all’Irlanda e parte della Spagna costituisce il confine occidentale dell’UE. 

Lugansk è la città principale della Repubblica popolare di Lugansk, che dallo scorso anno è entrata ufficialmente a far parte dello Stato russo insieme alla Repubblica popolare di Donetsk e alle regioni di Kherson e Zaporozhye. 

La mossa ha fatto seguito ai referendum che hanno visto la popolazione delle quattro regioni sostenere in stragrande maggioranza la riunificazione con Mosca. 

L’Ucraina e i suoi sostenitori occidentali hanno rifiutato di riconoscere i risultati delle votazioni.

“O siamo noi che entriamo nell’UE oppure lei si è dimenticata dell’obbligo di una svolta a 360 gradi”,  ha scritto Zakharova su Telegram in risposta alla dichiarazione di Baerbock.

E un titolo separato di RT aveva caratterizzato le parole di Baerbock come segue:  La Germania promette di estendere l’UE alla Russia.

Chiaramente, né l’UE né la NATO stanno incoraggiando Kiev a impegnarsi in negoziati di pace in questo momento, nonostante l’offensiva ucraina sia fallita.

Fonte: New York Times

Nel frattempo, le esportazioni militari della Germania verso l’Ucraina sono quadruplicate quest’anno, poiché la CNBC calcola che “l’Ucraina ha rappresentato 3,3 miliardi di euro (3,48 miliardi di dollari) sul valore totale delle esportazioni militari autorizzate dalla Germania di 8,76 miliardi di euro nei primi nove mesi dell’anno.

In confronto, nello stesso periodo dell’anno scorso, per l’Ucraina erano state approvate attrezzature per un valore di 775 milioni di euro.

Fonte: https://www.zerohedge.com/geopolitical/eu-will-stretch-lisbon-luhansk-german-fm-declares-ukraines-capital
scritto da foto di Tyler DurdenTYLER DURDEN
Tradotto da Carlo Makhloufi Donelli per ITA.li.it

Di questo argomento abbiamo parlato anche qui:
https://ita.li.it/2023/01/25/ucraina-scossa-dallo-scandalo-corruzione/ 
https://ita.li.it/2023/06/14/lue-sta-coprendo-il-piu-grande-scandalo-di-corruzione-della-sua-storia/

Altre notizie
Airpods e danni all’udito

Airpods e danni all’udito

Lunga tenuta, cancellazione del rumore e wireless: come gli auricolari danneggiano il nostro udito Gli auricolari...

Scienzah: potete fidarvi?

Scienzah: potete fidarvi?

Dimostrando che una revisione anonima non retribuita vale ogni centesimo, il 217enne editore scientifico Wiley ha...

Influenza aviaria e OMS

Influenza aviaria e OMS

Il trattato pandemico dell'OMS e la crisi dell'influenza aviaria stanno arrivando nello stesso momento I funzionari...

error: Content is protected !!
× How can I help you?