Parliamo di medicina e libri con il Prof. Paolo Gulisano

Chi è Paolo Gulisano?

“Beh io sono un padre di famiglia, sono un medico e uno scrittore e sono riuscito a fare un bel po’ delle cose che avrei voluto fare nel corso della mia vita; volevo fare il medico intensamente, quella fin da piccolo era una cosa che avevo dentro nel sangue, quando ero piccolo ero uno che curava anche quando giocavo coi ragazzi in cortile …”

Quanti libri hai scritto?

“diciamo 47, l’ultimo dei quali parla di un medico Santo, la mia fonte ispiratrice, colui che tenevo accanto a me soprattutto in questi ultimi 3 anni, durante i quali ho curato una moltitudine di malati di COVID19. Questo santo si chiamava San Giuseppe Moscati …”

Secondo te la sanità italiana potrà tornare ad essere quella che era un tempo?

“Mah, su questo mi trovi abbastanza pessimista purtroppo, perché …”

Paolo Gulisano (Milano, 27 maggio 1959) è un saggista italiano.

(Il dottor Paolo Gulisano è un medico epidemiologo specializzato in medicina preventiva ed igiene, dirigente medico del servizio vaccinazioni della ASST di Lecco ed ex docente a contratto di igiene applicata e di storia della medicina all’università di Milano Bicocca. Nel 2006 ha scritto il libro PANDEMIE, DALLA PESTE ALL’AVIARIA oggi riproposto in versione aggiornata in formato e-book col titolo di PANDEMIE, DALLA PESTE AL CORONAVIRUS)

Nato a Milano nel 1959, a nove anni si trasferisce a Lecco dove vive tuttora. Dopo aver frequentato il liceo Classico A. Manzoni, si laurea in Medicina e Chirurgia, specializzandosi in Igiene e Medicina Preventiva. Cultore e docente di Storia della Medicina, all’attività di medico affianca da anni un impegno culturale di saggista e scrittore.

Ha collaborato con diversi quotidiani e riviste: L’Osservatore RomanoLa Provincia di ComoIl TimoneLa Bussola QuotidianaEuropaitaliaIl FederalismoTempiI Quaderni di AvalonI Quaderni PadaniTerra InsubreVivere!Arte & Fede. Dal 2000 tiene sull’emittente radiofonica cattolica Radio Mater la rubrica “Testimoni della Fede”.

Ha fondato ed è vicepresidente della Società chestertoniana italiana. Ha fondato ed è presidente dell’ARS di Lecco, associazione di studi e rievocazioni storiche. Il suo impegno culturale si è dispiegato nel corso degli anni nell’associazionismo cattolico ed identitario. Dal 2000 è presidente del Centro di aiuto alla vita di Lecco. Secondo quanto affermato sul sito soronel.it, sarebbe uno dei più apprezzati cultori e critici italiani di letteratura fantasy e, in particolare, dell’opera dello scrittore britannico J. R. R. Tolkien.

Il suo esordio come saggista fu nel 1996 con il volume Cristeros! (edizioni Il Cerchio), dedicato alla persecuzione dei cristiani in Messico negli anni venti. In seguito Gulisano ha dedicato a Tolkien alcune opere. Ha pubblicato inoltre volumi su Gilbert Keith ChestertonGiovannino Guareschi e Hilaire Belloc, sulla storia della Scozia, su quella dell’Irlanda e su san Colombano, oltre alla biografia di Clive Staples Lewis e dello scrittore vittoriano George MacDonald. Tra le altre sue opere, due volumi sulla storia della medicina: Pandemie, del 2006, e L’arte del guarire (2011). Nel 2011 ha esordito nella narrativa con il romanzo di fantastoria Il destino di padre Brown.

Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Paolo_Gulisano

Carlo Makhloufi Donelli per ITA.li

Altre notizie
Lockdown: l’esito inatteso

Lockdown: l’esito inatteso

Lockdown: il primo italiano è iniziato il 9 marzo 2020. All’epoca pensavo erroneamente che la società funzionasse...

error: Content is protected !!
× How can I help you?