BioNTech/Pfizer: il vaccino di Pandora

BioNTech/Pfizer: il Dott. Gabriele Segalla, Biochimico Ricercatore Indipendente, Specialista in Chimica delle microemulsioni e dei sistemi colloidali, autore di pubblicazioni scientifiche e detentore di vari brevetti internazionali ( orcid.org/0000-0002-5969-3732 ), esamina in questo video alcuni degli aspetti più significativi delle criticità e del potenziale tossicologico di un vaccino a mRNA quale quello di BioNTech/Pfizer.

L’intero docu-video è basato sullo studio di G. Segalla recentemente pubblicato in italiano sul Quaderno 02 2022 di Disinfection, “Criticità chimico-fisiche e potenziale tossicologico dei nanomateriali lipidici contenuti in un vaccino a mRNA “, scaricabile da: ndmagazine.it / e sullo studio pubblicato in peer-review sulla rivista americana International Journal of Vaccine Theory, Practice, and Research (IJVTPR), “Chemical-Physical Criticality and Toxicological Potential of Lipid Nanomaterials Contained in a COVID-19mRNA Vaccine”, DOI: doi.org/10.56098/ijvtpr.v3i1.68

Allcuni passaggi di questo video sono estremamente significativi:

“il vaccino a mRNA di BioNtech/Pfizer è costituito da nanoparticelle lipidiche; per liposomi e nanoparticelle lipidiche aventi carica positiva è stata segnalata una elevata tossicità, che può essere un problema per l’applicazione di tali preparati come prodotti farmaceutici”. Chi dice questo?

Lo dice BioNtech, il 26 novembre 2019 all’interno del suo brevetto US 10,485,884 B2 “RNA formulation for Immunotherapy” (https://patents.google.com/patent/US10485884B2/en)

Per mantenere il pH del prodotto coerente con il pH corporeo (7,4) nel prodotto sono presenti elettroliti con funzione di tampone pH; cosa può accadere se ad un sistema di nanoparticelle aggiungo un tampone di pH contenente elettroliti? “L’uso del tampone pH, spesso necessario per le applicazioni farmaceutiche, e la presenza di composti ionici, sono fattori che possono portare all’aggregazione delle nanoparticelle lipidiche e sono dunque da ritenersi INADATTI PER LE APPLICAZIONI PARENTERALI (i.e. iniezioni intramuscolari).” Chi dice questo?

Lo dice nujovamente BioNtech, il 26 novembre 2019, sempre all’interno del suo brevetto US 10,485,884 B2 “RNA formulation for Immunotherapy”

In questo video, veramente ben fatto, c’è molto di più, e di ben più grave: guardatelo!

Per maggiori informazioni:
https://ita.li.it/2022/12/03/covid-qual-e-la-verita/
https://ita.li.it/2023/02/21/mrna-troncato- pfizer-sapeva-che-era-nei-suoi-vaccini-parte-1/
https://ita.li.it/2023/02/23/mrna-troncato-pfizer-sapeva-che-era-nei-suoi- vaccini-parte-2/

ITA.li – Carlo Makhloufi Donelli

Altre notizie
Airpods e danni all’udito

Airpods e danni all’udito

Lunga tenuta, cancellazione del rumore e wireless: come gli auricolari danneggiano il nostro udito Gli auricolari...

Scienzah: potete fidarvi?

Scienzah: potete fidarvi?

Dimostrando che una revisione anonima non retribuita vale ogni centesimo, il 217enne editore scientifico Wiley ha...

Influenza aviaria e OMS

Influenza aviaria e OMS

Il trattato pandemico dell'OMS e la crisi dell'influenza aviaria stanno arrivando nello stesso momento I funzionari...

error: Content is protected !!
× How can I help you?