AFL cita FDA e HHS!

America First Legal (AFL) ha citato in giudizio la Food and Drug Administration (FDA) e il Dipartimento della salute e dei servizi umani (HHS) degli Stati Uniti per non aver consegnato i documenti relativi alla soppressione da parte del governo dei trattamenti COVID-19 con idrossiclorochina (HCQ) e ivermectina.

(Madalina Vasiliu/The Epoch Times)

Secondo la causa , nell’agosto 2022 l’AFL ha presentato una richiesta al Freedom of Information Act (FOIA) all’HHS e alla FDA chiedendo informazioni relative al farmaco antimalarico HCQ (idrossiclorochina) dal 1 marzo al 1 settembre 2020. L’AFL ha ricevuto conferma e numeri di tracciamento da entrambe le agenzie che la sua richiesta era stata ricevuta.

L’AFL ha presentato richieste FOIA simili nel settembre 2022 alle stesse agenzie cercando informazioni sull’ivermectina, un popolare farmaco antiparassitario, e ha anche ricevuto la conferma che le richieste erano state ricevute, insieme ai numeri di tracciamento, secondo un comunicato stampa dell’AFL.

L’AFL, un’organizzazione no-profit che “lavora per promuovere lo stato di diritto negli Stati Uniti, prevenire il controllo eccessivo dell’esecutivo e garantire un giusto processo e pari protezione per tutti gli americani”, ha cercato informazioni per determinare quando e perché i funzionari governativi, incluso il dottor Anthony Fauci, il ex direttore dell’Istituto nazionale per le allergie e le malattie infettive, ha scoraggiato e soppresso l’uso di HCQ e ivermectina per trattare il COVID-19. 

Nessuna delle due agenzie ha ottemperato alle richieste.

“ Il COVID-19 ha rivelato che l’establishment sanitario pubblico è altamente politicizzato e incredibilmente inetto. Ad oggi, il motivo per cui i burocrati hanno soppresso l’HCQ e l’ivermectina rimane una domanda senza risposta. Nel presentare questa causa, l’AFL ha compiuto un primo passo verso l’esposizione della verità e nel ritenere responsabili le persone che hanno negato ai pazienti l’accesso a questi farmaci potenzialmente utili. Gli americani hanno il diritto di sapere se è stato l’animus politico dei lavoratori governativi di sinistra nei confronti dell’ex presidente Trump, piuttosto che la scienza, a guidare il processo decisionale”, ha detto a The Epoch Times in una email.

Nonostante centinaia di studi sottoposti a revisione paritaria a sostegno dell’efficacia di entrambi i farmaci, la FDA ha messo in guardia dall’uso di HCQ e ivermectina per prevenire e curare il COVID-19. Sul suo sito web, la FDA afferma che “i dati attualmente disponibili non mostrano che l’ivermectina sia efficace contro il COVID-19”, tuttavia metà degli studi utilizzati dall’agenzia per supportare la sua posizione supportano l’uso dell’ivermectina contro il COVID-19, secondo una revisione del 2022 di The Epoch Times.

A settembre, la Corte d’Appello del 5° Circuito ha rilanciato una causa contro l’HHS e la FDA intentata da tre medici che sostenevano che la FDA avesse oltrepassato la sua autorità quando ha avviato una campagna di pubbliche relazioni anti-ivermectina nel 2021 che avvertiva le persone di non assumere il farmaco.

Secondo la causa, la FDA ha rilasciato un aggiornamento informale per i consumatori a 18 mesi dall’inizio della pandemia scoraggiando l’uso dell’ivermectina per prevenire e curare il COVID-19. Ha poi pubblicato un documento sul COVID-19 e sull’ivermectina destinata agli animali e ha pubblicato quattro post online, uno sul suo sito web e tre sui social media, con l’immagine di un cavallo che affermava quanto segue:

“Non sei un cavallo . Non sei una mucca. Sul serio, voi tutti. Smettila.” “Non sei un cavallo . Basta con l’#ivermectina. Non è autorizzato per il trattamento del #COVID.” «Tenete i vostri cavalli, tutti quanti. L’ivermectina potrebbe essere di tendenza , ma non è ancora autorizzata per il trattamento del COVID-19”.

In un’e -mail interna, un membro del team di comunicazione della FDA ha affermato che i post facevano parte di una “nuova strategia di coinvolgimento”. Secondo l’accusa, i media nazionali hanno fatto notizia, mentre le farmacie, gli ospedali e gli ordini medici hanno preso atto della posizione della FDA e hanno iniziato a limitare l’accesso al trattamento.

La FDA ha anche inviato lettere alla Federation of State Medical Boards e alla National Association of Boards of Pharmacy mettendo in guardia contro l’uso di ivermectina per trattare il COVID-19, insieme al suo avviso in cui si affermava che l’assunzione ad alti dosaggi era pericolosa.

Analogamente all’ivermectina, la FDA ha messo in guardia contro l’uso dell’idrossiclorochina per il trattamento del COVID-19, citando il rischio di “problemi del ritmo cardiaco” e ha affermato che il farmaco non era né sicuro né efficace per il trattamento o la prevenzione del COVID-19. L’agenzia ne aveva precedentemente consentito l’uso con l’autorizzazione all’uso di emergenza (EUA), ma ha revocato l’autorizzazione nel giugno 2020, sei mesi prima di concedere l’EUA ai vaccini COVID-19 di Pfizer e Moderna. Un mese dopo aver revocato l’EUA per l’idrossiclorochina, il dottor Fauci, ex consulente del coronavirus della Casa Bianca, ha dichiarato in un’intervista a MSNBC che i dati scientifici e gli studi clinici “validi” hanno stabilito che “l’idrossiclorochina non è efficace” nel trattamento di COVID-19.

Come indicato sul sito web della FDA , la FDA può utilizzare la propria autorità per concedere EUA ai sensi della sezione 564 del Federal Food, Drug, and Cosmetic Act per consentire l’uso di prodotti medici non approvati o usi non approvati di prodotti medici approvati per diagnosticare, trattare o prevenire malattie gravi o potenzialmente letali quando vengono soddisfatti determinati criteri. Uno dei criteri è che non esistano “alternative adeguate, approvate e disponibili”. Pertanto, per garantire l’EUA ai vaccini contro il COVID-19, non potrebbe esistere alcun trattamento alternativo adeguato, approvato e disponibile per il COVID-19.

La FDA non ha risposto a una richiesta di commento.

Altre notizie
TikTok: come occupare le case

TikTok: come occupare le case

TikTok: migrante spiega ad altri illegali come "invadere" le case in America La distruzione marxista dei diritti di...

Lockdown: l’esito inatteso

Lockdown: l’esito inatteso

Lockdown: il primo italiano è iniziato il 9 marzo 2020. All’epoca pensavo erroneamente che la società funzionasse...

error: Content is protected !!
× How can I help you?