Sindrome da microonde in aumento

Campi elettromagnetici: il pericolo invisibile

In questa serie, esploriamo gli effetti onnipresenti dei campi elettromagnetici, dalla comune elettronica domestica al 5G, e il loro impatto sul cervello e sul corpo.

La figlia di 10 anni di Courtney Gilardi non ha mai avuto problemi a dormire. Ma nell’agosto 2020, la mattina dopo che una torre cellulare 5G è stata accesa entro 150 metri dalla loro casa di Pittsfield, nel Massachusetts, si è svegliata lamentando mal di testa, vertigini, un ronzio nella testa e un malessere generale.

“Non aveva un bell’aspetto e ha detto che aveva mal di testa, vertigini, eccitazione. Queste non sono parole che abbia mai usato per descrivere come si sentiva prima”, ha detto la Gilardi.

Alla ragazza, a sua sorella e alla stessa signora Gilardi, che ha detto di aver iniziato a soffrire di disturbi del sonno, battito cardiaco accelerato ed emicrania, è stata presto diagnosticata la sindrome da microonde, una condizione nota per svilupparsi dopo che una persona è stata esposta a campi elettromagnetici (EMF). emessi dalle tecnologie wireless.

Il consiglio del dottore era semplice: stai lontana da casa tua.

Sindrome da microonde: cos’è e come ti fa male?

La sindrome da microonde si riferisce alla sensibilità e allo sviluppo dei sintomi causati dalle radiazioni ambientali a microonde. Questo è lo stesso tipo di radiazione utilizzata per riscaldare il cibo nei forni a microonde.

Le persone sono principalmente esposte alle radiazioni a microonde attraverso dispositivi wireless e antenne. I ripetitori per cellulari, i modem Wi-Fi, i telefoni, i tablet, i dispositivi indossabili intelligenti e gli elettrodomestici intelligenti emettono continuamente queste onde 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno.

I sintomi dell’esposizione alle radiazioni a microonde includono insonnia, mal di testa, affaticamento, stress, dolore e persino eruzioni cutanee.

Gli individui con malattie croniche possono sperimentare un peggioramento dei sintomi preesistenti come parte della sindrome da microonde, secondo questa ricerca .

Effetti sulla salute delle radiazioni a microonde: risultati attuali

Gli effetti sulla salute delle radiazioni a microonde sono stati a lungo dibattuti, con studi finanziati dall’industria che spesso non hanno concluso alcun legame tra esposizione e salute.

Mancano studi randomizzati sull’uomo a causa di considerazioni etiche, ma studi prospettici su esseri umani, animali e cellule suggeriscono effetti biologici potenzialmente dannosi.

Ricerca medica navale

Nel 1971, i ricercatori del Naval Medical Research Institute pubblicarono un rapporto sugli effetti biologici dei campi elettromagnetici, comprese le radiofrequenze e le radiazioni a microonde ( pdf ). Il rapporto ha esaminato i loro effetti su esseri umani, animali e cellule.

Il professor Martin Pall della Washington State University, specializzato in sindrome da affaticamento cronico, sensibilità chimica multipla e effetti dei campi elettromagnetici a microonde a bassa intensità sul corpo umano, ha riassunto gli effetti biologici come segue:

  • Quaranta effetti neuropsichiatrici, inclusi cambiamenti nella struttura cerebrale, nella funzione cerebrale, nelle risposte psicologiche e nel comportamento.
  • Otto effetti ormonali, tra cui ipertiroidismo e disfunzione ipofisaria.
  • Effetti cardiaci, inclusa diminuzione dell’attività cardiaca e alterazioni del ritmo cardiaco.
  • Rotture cromosomiche e modifiche alla struttura cromosomica.
  • Cambiamenti istologici ai testicoli.
  • Morte cellulare, un processo importante nelle malattie neurodegenerative.

Altri effetti biologici includevano modifiche al metabolismo e alla digestione.

Il Rapporto di Bioiniziative

Il Bioinitiative Report, coautore del Dr. David Carpenter, professore di scienze della salute ambientale presso l’Università della Albany School of Public Health, ha studiato la correlazione tra i campi elettromagnetici e la salute. Ha scoperto che le reazioni biologiche avverse possono essere innescate anche a livelli molto al di sotto degli standard del settore di massima esposizione corporea, fissati a 1,6 watt per chilogrammo ( pdf ).

Lo standard attuale si basa sul presupposto che le radiazioni a microonde colpiscono il corpo esclusivamente attraverso il calore, trascurando i suoi effetti non termici.

Tuttavia, l’esposizione a radiazioni EMF non termiche a un livello cronico di 0,00034 microwatt attraverso i telefoni cellulari è stata collegata a una significativa riduzione del numero di spermatozoi. I microwatt rappresentano un milionesimo di watt.

Inoltre, secondo il rapporto, bambini e adolescenti esposti a 0,02 microwatt per un breve periodo hanno riportato sintomi come mal di testa, irritazione e difficoltà di concentrazione a scuola.

“Non c’è davvero alcun livello in cui si possa dire con assoluta certezza che fosse sicuro per tutti”, ha detto il dottor Carpenter a The Epoch Times.

Ha aggiunto che stabilire uno standard senza effetti biologici non è realistico data la rapida crescita dell’uso della tecnologia wireless dalla pubblicazione del rapporto nel 2007, che porta a una maggiore esposizione alle radiazioni a microonde per gli individui.

Sebbene il rapporto sia stato sottoposto a scrutinio per la sua mancanza di revisione tra pari, tutti gli studi inclusi sono stati soggetti a revisione tra pari.

Il segnale di Mosca

Tra il 1953 e il 1976, una trasmissione a microonde fu diretta all’ambasciata degli Stati Uniti a Mosca. Era compreso tra 2,5 e 4 gigahertz, che si allinea con la gamma di frequenze delle odierne reti Wi-Fi e 4G.

Sebbene il governo degli Stati Uniti alla fine abbia stabilito che l’esposizione fosse un tentativo di spionaggio senza effetti significativi sulla salute del personale dell’ambasciata, questa conclusione è stata contestata.

Nel 1975, Walter Stoessel Jr., l’ambasciatore degli Stati Uniti in Unione Sovietica, si ammalò, sanguinando dagli occhi e successivamente soccombendo alla leucemia. Anche altro personale dell’ambasciata ha sviluppato il cancro, alimentando la controversia sul legame tra radiazioni a microonde e cancro.

Un anno dopo, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha commissionato uno studio  che confrontava le condizioni di salute del personale dell’ambasciata di Mosca e delle loro famiglie con le controparti delle città dell’Europa orientale, che si presumeva non fossero state sottoposte alla stessa esposizione. Lo studio ha rilevato che il personale di Mosca non ha subito effetti negativi significativi dall’esposizione al microonde.

Una revisione del 2019 dello studio epidemiologico ha suggerito che i risultati originali sono stati attenuati dal Dipartimento di Stato e che alcune domande chiave rimangono senza risposta.

Più persone probabilmente soffrono di sindrome da microonde di quanto si pensasse in precedenza

La sensibilità ai campi elettromagnetici colpisce dall’1,5 al 13,3% della popolazione internazionale, secondo le indagini basate sulla popolazione in vari paesi.

Tuttavia, l’effettiva prevalenza di individui sensibili è probabilmente più alta del previsto, ha detto a The Epoch Times Cecelia Doucette, una sostenitrice dell’istruzione pubblica sui danni dei campi elettromagnetici.

Magda Havas, che ha un dottorato in tossicologia ambientale ed è professore emerito specializzato negli effetti sulla salute delle radiazioni elettromagnetiche alla Trent University, ha detto a The Epoch Times che la rapida proliferazione di dispositivi wireless e elettrodomestici intelligenti ha notevolmente aumentato l’esposizione ai campi elettromagnetici nell’ambiente circostante le persone, amplificando i potenziali rischi associati a queste radiazioni.

Poiché la maggior parte dei sintomi della sindrome da microonde sono piuttosto vaghi e comuni, molte persone possono essere sensibili alle radiazioni elettromagnetiche emesse dai dispositivi wireless ma semplicemente non ne sono consapevoli, ha aggiunto.

Una lettera del 2009 al direttore della rivista Electromagnetic Biology and Medicine ha evidenziato che solo lo 0,06% della popolazione svedese era sensibile ai campi elettromagnetici nel 1985. Tuttavia, questa cifra è salita al 9% nel 2003 ed è stato stimato che entro il 2017, circa il 50% per cento della popolazione potrebbe essere colpita.

Un rapporto del 2019  che ha osservato più di 435.000 residenti nel Regno Unito ha fornito la stima più recente della prevalenza della sensibilità ai campi elettromagnetici. L’autore ha stimato che dal 5 al 30 percento della popolazione ha sensibilità lievi, dall’1,5 al 3 percento ha sensibilità moderate e meno dell’1,5 percento ha casi gravi di sensibilità.

C’è stato anche un aumento della sensibilità in seguito al passaggio dai contatori analogici a quelli digitali intelligenti, e l’emergere del Wi-Fi nelle scuole ha sollevato preoccupazioni per i casi dei bambini, secondo la signora Havas.

“Più di recente, ho sentito che mentre le piccole celle [5G] vengono erette, più persone si sentono male nelle proprie case”, ha detto.

Ha indicato  un caso di studio  pubblicato da medici svedesi a gennaio che ha rivelato che i partecipanti hanno iniziato a manifestare sintomi dopo che le antenne 4G dei loro appartamenti sono state sostituite con antenne 5G.

“I livelli di esposizione erano molto più alti e sia il numero che la gravità dei sintomi sono aumentati notevolmente con le antenne 5G”, ha affermato la signora Havas.

La gravità della sindrome da microonde varia da persona a persona. Alcune persone possono tollerare un certo livello di esposizione ai campi elettromagnetici, mentre altre sperimentano reazioni avverse così gravi da non essere in grado di utilizzare dispositivi elettronici, anche quelli che non emettono radiazioni wireless.

Chi è più vulnerabile alla sindrome da microonde?

Gli studi hanno dimostrato che i bambini e le donne sono più suscettibili a sviluppare la sensibilità ai campi elettromagnetici rispetto agli uomini.

Anche gli individui con malattie croniche, tra cui affaticamento cronico e sensibilità chimica multipla, o lesioni o traumi precedenti sono a rischio più elevato. Le lesioni precedenti possono includere incidenti fisici o intense esposizioni a tossine ambientali come muffe, sostanze chimiche e campi elettromagnetici.

“Se hai una di questi tipi di malattie, è molto più probabile che tu ne abbia altre”, ha detto il dottor Carpenter.

Inoltre, qualsiasi forma di danno al sistema nervoso centrale aumenta la suscettibilità alle radiazioni. Questo tipo di danno colpisce persone con malattie come la malattia di Lyme, persone che assumono determinati farmaci o persone con un sistema immunitario compromesso, secondo la signora Havas.

“Le persone con sclerosi multipla, morbo di Parkinson o qualsiasi tipo di malattia neurodegenerativa in genere sperimentano sintomi peggiori in ambienti esposti elettromagneticamente”, ha detto. “Al contrario, i loro sintomi diminuiscono in una certa misura quando si trovano in un ambiente elettromagneticamente pulito”.

Suggerimenti per alleviare la sensibilità alle microonde

La dottoressa Elizabeth Seymour, specialista in medicina di famiglia presso l’Environmental Health Center di Dallas,ha detto a The Epoch Times che alcune persone con sensibilità ai campi elettromagnetici possono sperimentare sintomi così gravi che trovano difficile avventurarsi fuori dalla loro stanza o casa. Tuttavia, ci sono opzioni terapeutiche per aiutarle.

Ridurre gli inquinanti ambientali

L’adozione di misure per prevenire l’esposizione ai campi elettromagnetici è il primo passo per affrontare la sensibilità. Questo approccio aiuta a ridurre i sintomi e permette al corpo di riposare.

Ecco alcune strategie comunemente raccomandate, i cui dettagli saranno discussi nelle parti successive della serie:

  1. Spegni il Wi-Fi e i dispositivi intelligenti e passa alla modalità aereo mentre dormi.
  2. Utilizza connessioni cablate, come i modem Ethernet, invece del Wi-Fi per connetterti a Internet.
  3. Mantenere un ambiente di vita pulito. La sensibilità ai campi elettromagnetici può essere innescata o esacerbata da fattori quali muffe, sensibilità chimica e tossicità da metalli pesanti.
  4. Usa un misuratore EMF. Può identificare le frequenze a cui sei sensibile.

Migliora la salute individuale

Alcune persone potrebbero aver bisogno di più aiuto per riportare il proprio corpo a uno stato normale. Le seguenti sono azioni che possono aiutare a migliorare la salute generale:

  1. Sottoponiti a terapie disintossicanti per affrontare la tossicità di muffe, sostanze chimiche e metalli pesanti, se presenti insieme alla sensibilità ai campi elettromagnetici.
  2. Supplemento con vitamina C e melatonina, suggerisce il dottor Seymour. Questi antiossidanti aiutano a neutralizzare l’ossidazione causata dai campi elettromagnetici nel corpo.
  3. Attua terapie mirate al riequilibrio del sistema immunitario.
  4. Fai esercizio fisico regolare e mantieniti idratato.
  5. Migliora le abitudini alimentari consumando cibo sano e pulito.

I problemi di salute persistono mentre i residenti combattono la controversia sulla torre cellulare

Altri residenti nel quartiere della signora Gilardi hanno sofferto di nausea, insonnia e mal di testa da quando è stata installata una torre per cellulari nelle vicinanze.

Hanno iniziato a lottare per far spostare la torre da Verizon, ma continua a funzionare mentre sono in corso procedimenti legali.

Nel frattempo, i sintomi dei residenti sono peggiorati. Le figlie della signora Gilardi sono ricorse a tenere un secchio accanto al letto nel caso in cui vomitassero, mentre le più piccole hanno sviluppato eruzioni cutanee.

“Ricordo solo questa notte in cui la mia figlia più piccola ha detto che si sentiva come se la sua pelle stesse strisciando”, ha detto la signora Gilardi. “Mi ha chiesto di guardare la sua pelle, ma non c’era niente su di lei. … Sono andato di sopra e ho controllato il suo letto, le sue lenzuola … e non c’era letteralmente niente.

Infine, nell’aprile 2021, i membri della famiglia hanno cercato rifugio nel loro secolare cottage fatiscente, privo dei servizi essenziali. Nonostante il suo stato fatiscente e il problema dei parassiti, con sorpresa della signora Gilardi, le sue figlie dormirono serenamente la prima notte, senza bisogno di assistenza.

“Ero tipo, ‘Wow.’ È stato un miglioramento così marcato “, ha detto.

Da allora la signora Gilardi e le sue figlie si sono trasferite nel cottage e tutti i loro sintomi precedenti sono scomparsi.

Avanti: La radiazione elettromagnetica, nota anche elettromagnetismo, è una delle quattro forze fondamentali della natura, insieme alla gravità, alla forza nucleare forte e alla forza nucleare debole.

Ma c’è una differenza fondamentale tra campi elettromagnetici naturali e campi elettromagnetici wireless artificiali.

Fonte: https://www.theepochtimes.com/health/the-unsettling-rise-of-microwave-syndrome-5369757?utm_source=open&utm_medium=search
Autore: Marina Zhang Marina Zhang
Tradotto da Carlo Makhloufi Donelli per ITA.li

Altre notizie
Lockdown: l’esito inatteso

Lockdown: l’esito inatteso

Lockdown: il primo italiano è iniziato il 9 marzo 2020. All’epoca pensavo erroneamente che la società funzionasse...

error: Content is protected !!
× How can I help you?