Parliamo di economia e moneta con il Prof. Nino Galloni

Ecco la mia prima intervista itinerante, appena fatta sul tema dell’economia e della moneta con il Prof. Nino Galloni.

Per chi non lo conoscesse ancora molto bene:

Nino Galloni, all’anagrafe Antonino Galloni (Roma, 17 marzo 1953), è un economista italiano.

È stato ricercatore presso l’Università di Berkeley, ove ha svolto una ricerca che è stata pubblicata nel libro “Momenti del Capitalismo Nordamericano 1881-1885”, Giuffrè Editore.

Dal 1979 è funzionario di ruolo del Ministero del Bilancio e della Programmazione Economica, dove si interessa delle strategie industriali all’interno delle politiche macroeconomiche ed alla formazione del risparmio.

È stato collaboratore dell’economista post-keynesiano Federico Caffè dal 1981 al 1987 (anno della scomparsa di Caffè), nella facoltà di Economia e Commercio dell’Università di Roma. Federico Caffè presentò il libro di Galloni: “Crisi e adattamento; per una politica economica alternativa”.

Frutto della collaborazione tra Galloni e Caffè sono state due pubblicazioni sul mutamento tecnologico e le politiche monetarie ed alcuni articoli che rendono conto di ricerche dei due autori intorno al collegamento tra le manovre macroeconomiche e le strategie industriali nella prospettiva di una crescita delle compatibilità interne al sistema capitalistico.

Nel 1983 ha vinto il premio di meridionalistica intitolato a Guido Dorso.

Dal 1987 al 1999 è stato professore a contratto alla Luiss di Roma, all’Università degli Studi di Roma, all’Università Cattolica del Sacro Cuore, all’Università di Modena, e all’Università di Napoli.

È stato inoltre direttore generale del Ministero del lavoro (dal 1990 al 2002) alla Cooperazione, dell’Osservatorio sul Mercato del Lavoro, Politiche per l’Occupazione Giovanile e Cassa Integrazione Straordinaria nelle grandi imprese.

Ha ricoperto anche l’incarico di sindaco all’INPDAP, all’INPS, all’INAIL dal 2002 al 2018 in rappresentanza del Ministero del lavoro e all’OCSE.

È presidente del Centro Studi Monetari, un’associazione per lo studio dei mercati finanziari e delle forme di moneta emettibili senza creare debito pubblico.

Ha inoltre scritto diversi saggi di argomento economico ed è un conferenziere molto attivo.

Si definisce dal punto di vista della dottrina economica un post-keynesiano, sostenitore di un intervento dello Stato nell’economia per garantire la giustizia sociale e la redistribuzione della ricchezza.

È vice-presidente del Movimento Roosevelt in Italia.

Ed ora godetevi l’intervista:

Carlo Makhloufi Donelli – ITA.li.

Altre notizie
Venezia in-difesa

Venezia in-difesa

Dal 25 aprile Venezia ha introdotto un ticket d'accesso, un argomento estremamente complesso. Questo ticket, che...

PIL pro capite in Europa

PIL pro capite in Europa

Visualizzazione del PIL pro capite europeo per paese L’Europa ospita alcune delle  economie più grandi  e sofisticate...

error: Content is protected !!
× How can I help you?